Go to Top

Il PERINEO CANTA E SUONA CON NOI

All’ultimo corso di gruppo sulla Conoscenza, percezione e integrazione del Pavimento Pelvico®  ha partecipato una giovane flautista che ha avuto l’intuizione della necessità di rinforzare il perineo di fronte alla percezione di “allentamento” nella zona pelvica durante la pratica musicale.

Al termine dell’intero “percorso di consapevolezza” affrontato dal gruppo, la musicista ha portato con sé il flauto traverso e attraverso il “biofeedback” : biofeedback-pelvico abbiamo potuto registrare il tono del suo perineo mentre suonava.

Per lei e per ciascuna partecipante, è stata un’esperienza emozionante! Dallo schermo del “biofeedback” si poteva osservare chiaramente l’intensità e la forma della “risposta” perineale alla sollecitazione data dall’esecuzione musicale.

Vedere e sentire come il nostro pavimento pelvico partecipa al respiro, alle parole e ai suoni, è stata una riconferma di quello che tutte le donne e la flautista stessa avevano percepito più o meno intensamente durante il corso.

Il flauto traverso è uno strumento alquanto complesso per la gestione del fiato, almeno per la componente “perineale”.

Mentre strumenti come il clarinetto e l’oboe sono dotati di ancia (cioè una sottile linguetta mobile ancorata ad una fessura, aperta su un tubo, che contiene la colonna d’aria da mettere in vibrazione) che necessita di una forte pressione e crea una contro-resistenza rendendo più istintiva l’attivazione del muscolo addominale trasverso profondo, nel flauto l’aria viene soffiata fuori a minore pressione, con maggior flusso e solamente con un’angolazione particolare delle labbra viene convogliata nello strumento.

ttps://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=1143769

Poiché il soffio non trova nessuna contro-resistenza, il lavoro di controllo lo deve fare solamente il musicista attivando un lavoro consapevole che interessa anche il pavimento pelvico.

Il tipo di sollecitazione in questo caso è paragonabile a quello che interessa le cantanti o a chi, per lavoro, deve parlare per ore ad alta voce (insegnanti, attori, guide turistiche, ecc.).

Per queste professioni il rinforzo e il cosciente uso del perineo può essere utile molto per prevenire disfunzioni da una prolungata sollecitazione, con risultati che, come nel caso della nostra flautista, possono condurre al miglioramento deciso anche della prestazione artistica.